Rieducazione Posturale

Apparecchiature specifiche trattamento posturale

Il Poliambulatorio di Riabilitazione e Fisioterapia di Fano utilizza il Metodo Méziéres per la cura di patologie posturali.

Il metodo di Mézières ha portato ad approfondire le conoscenze della ortopedia, la ginnastica e la chinesiterapia classica.

Tradizionalmente si pensa che il corpo, schiacciato dalla forza peso, debba rinforzare la propria muscolatura per resistere. Diversamente dagli altri, questo metodo prende in considerazione vari meccanismi: il corpo è anche schiacciato dalla propria forza peso, cioè dalle ipertonie, dalla propria forza muscolare, dagli stati di tensione e contrazione dalle perdite di elasticità.

Partendo dall’accorciamento dell’insieme muscolare, bisogna capire e affrontare il maggior numero di deformazioni e sofferenze articolari che ne risultano e che sono oggetto della terapia manuale e della chinesiterapia.

Si può rafforzare la muscolatura dorsale di un bambino
che corre il rischio di rafforzare una scoliosi in evoluzione?

Quindi gli esercizi di rafforzamento muscolare spesso consigliati in molti squilibri e deformazioni della colonna vertebrale, sono da considerare essenziali per risolvere tali problemi? Per esempio: si può rafforzare la muscolatura dorsale di un bambino che corre il rischio di rafforzare una scoliosi in evoluzione? La risposta è no: no al rafforzamento della muscolatura generico, no allo stiramento locale, no allo stiramento globale passivo.

Con il metodo Mézières il lavoro avviene assieme al paziente che deve essere cosciente e partecipe. Ciò che conta è allungare nell’allineamento con l’aiuto di tecniche riflesse, respiratorie e con modellamenti che favoriscono la scomparsa delle tensioni.

La Mézières distingue gruppi muscolari dove la tensione è generalmente più forte. La tensione e la retrazione muscolare colpiscono fondamentalmente i muscoli posteriori di tronco e arti inferiori, i muscoli rotatori interni delle anche e i muscoli del diaframma.

Esiste una sola certezza: schiacciati dalla nostra forza muscolare e dalle contrazioni, tentiamo di sfuggire alle conseguenze che modificano la nostra postura ideale.

Rendiamo omaggio a questa Signora che ha aperto molti occhi, ha ridato vita alla nostra professione e a molti suoi pazienti ha fatto ritrovare la gioia di vivere insieme al loro migliore amico, il proprio corpo.