Strain counterstrain (SCS)

La tecnica SCS è un gentile approccio osteopatico che consiste in una procedura di riposizionamento neurologico passivo del corpo stesso, verso una specifica posizione di comodità. Questo corretto riposizionamento risolverà il dolore e ripristinerà l’area di disfunzione, arrestando l’inesatta attività propriacettiva che mantiene la disfunzione somatica nell’area interessata.

Ciò che orienta il clinico nella ipotesi di diagnosi, è la localizzazione di specifiche aree di tensione nei tessuti di tutto il corpo chiamati tender point (tp), cioè punti tesi. Questi guideranno l’operatore nella sua valutazione e strategia di trattamento.

La posizione nella quale vi è, perlomeno, la riduzione dei 2/3 di tensione del tp indica il corretto posizionamento del corpo per risolvere la disfunzione che determina il dolore in quel distretto corporeo. Tale tecnica può essere applicata in tutte le patologie dell apparato muscolo-scheletrico, sia in fase acuta che in fase cronica.